Innovazione

È stato pubblicato il Decreto del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali n. 31 del 23 febbraio 2022, che definisce gli standard e le regole per la trasmissione telematica delle comunicazioni dovute dai committenti in caso di lavoro intermediato da piattaforme digitali.

La comunicazione deve avvenire tramite il modello “UNI-piattaforme”, di cui all’Allegato A, secondo i sistemi di classificazione di cui all’Allegato B e le modalità tecniche di cui all’Allegato C (che costituiscono parte integrante del Decreto) tramite l’applicativo che sarà a breve disponibile su Servizi Lavoro ( https://servizi.lavoro.gov.it/ ). Il Decreto Ministeriale entrerà in vigore dal 14 aprile 2022.

Il committente della prestazione autonoma, ivi inclusa quella occasionale, deve provvedere alla comunicazione entro il 20° giorno del mese successivo all’instaurazione del rapporto di lavoro.

Si ricorda che l’obbligo delle comunicazioni telematiche del lavoro mediante piattaforme digitali è stato introdotto con il Decreto Legge 6 novembre 2021, n. 152, convertito con modificazioni in Legge 29 dicembre 2021, n. 233 (art. 27, comma 2 decies), che ha integrato l’art. 9 bis del Decreto Legge 1° ottobre 1996, n. 510, convertito con modificazioni in Legge 28 novembre 1996, n. 608.
 

Per tutti i dettagli consulta il Decreto con gli allegati ( https://www.lavoro.gov.it/documenti-e-norme/normative/Documents/2022/DM-31-del-23022022.pdf ). 
 


 

Fonte: cliclavoro
 

Categorie

Approfondimenti Notizie Regione Marche In Evidenza Guide Curriculum Vitae How to

Ultime news

La sostenibilità d’impresa tra finanziamenti e nuove iniziative

Leggi

Imprese a caccia di candidati Cresce la quota di introvabili

Leggi

Sostegno all'imprenditoria femminile: al via il Fondo Impresa

Leggi