La ricerca di un lavoro è un’attività dinamica che richiede tempo, metodo e organizzazione. Cercare

un lavoro è di fatto un lavoro! Sono dunque necessari tempo e determinazione ma anche molta

pazienza e perseveranza. Ecco i passi fondamentali che ti permetteranno di raggiungere la tua meta.


Pronti, partenza, via!


La ricerca attiva di una nuova occupazione richiede energia e attivazione in prima persona:


– DEFINIRE UNA META CHIARA E CONCRETA: identificare l’obiettivo professionale da

raggiungere e le risorse necessarie per il relativo conseguimento

– ORGANIZZAZIONE RIGOROSA E PIANIFICATA: pianificare le azioni da intraprendere (ad es.,

creare l’agenda dei contatti, definire il tempo da impiegare, circoscrivere l’area geografica di

interesse, rispettare le scadenze per telefonare, richiamare o rinviare il curriculum)

– UTILIZZARE STRUMENTI ADEGUATI: predisporre l’insieme dei documenti e delle informazioni

necessarie alla presentazione della candidatura (ad es., lettera di presentazione, curriculum

vitae, quotidiani, riviste specializzate, web site, social job professional, etc.).


Le operazioni fondamentali da compiere per la ricerca di lavoro sono:


1. stilare l’elenco delle imprese a cui candidarsi e conoscerne il profilo

2. organizzare il lavoro settimanale e calendarizzare gli appuntamenti

3. inviare le candidature spontanee oltre a rispondere alle offerte di lavoro corrispondenti al

proprio profilo professionale.

Il lavoro non cerca nessuno è basilare partire da tale presupposto. In realtà, si è legati all’idea che sia

il titolo di studio a creare il posto di lavoro ma, oggi, tale presupposto risulta essere del tutto

anacronistico. Abitualmente, quindi, ci si aspetta, in modo più o meno dichiarato, che sia il mercato

a ricercarci e addossiamo la colpa al mondo del lavoro o alle istituzioni se non otteniamo un risultato

positivo. Di fronte a un risultato non soddisfacente la risposta giusta può essere riprovare,

imparando dagli errori, facendo tutto quello che è nelle proprie possibilità per raggiungere

l’obiettivo prefissato.


Nella ricerca del lavoro, l’errore più frequente che si commette è quello di non preoccuparsi di

conoscere le richieste del mercato. Se la ricerca di un lavoro è agli inizi, bisogna che si programmino

le azioni da mettere in atto; se, invece, sono stati già effettuati vari tentativi, è opportuno attuare un

check, ossia, verificare cosa si è fatto sino a quel momento al fine di individuare eventuali errori

commessi, al fine di apportare le necessarie modifiche alla modalità di ricerca del lavoro.

Le aziende cercano competenze, potenzialità, flessibilità, voglia di imparare, ma sono importanti

anche l’entusiasmo, la motivazione, l’energia, la determinazione e, soprattutto, un atteggiamento

attivo e propositivo. In particolare, la creatività e l’intraprendenza sono tra le chiavi del successo

nella ricerca del lavoro.


L’autocandidatura è riconosciuta come una delle tecniche di ricerca del lavoro tra le più efficaci e

consiste nel contattare direttamente e personalmente le aziende per proporre la propria

collaborazione. A tal proposito è importante preoccuparsi di acquisire tutte le informazioni possibili

sulle aziende al quale siamo interessati a proporci.


Cercare lavoro è un compito non delegabile, da espletare in prima persona, perché è necessario

riconoscersi come gli unici responsabili della ricerca e della scelta da operare per l’inserimento nel

mondo del lavoro. L’obiettivo è sviluppare i contatti per ottenere i colloqui di lavoro con le persone

giuste. Utile è, ad esempio, sfruttare la rete per incontrare nuovi interlocutori, per ottenere

informazioni, pareri e consigli sul profilo professionale di proprio interesse, sulle imprese e sulla loro

organizzazione e servizi. Più si è informati e meglio ci si può collocare nel proprio ambito

professionale.


Azione di self-marketing: cercare un lavoro vuol dire anche vendere sé stessi. È importante saper

attivare delle buone tecniche di marketing, al pari di “quando si vende un prodotto”. Bisogna

ricordarsi che all’azienda si offrono competenze e che non si sta chiedendo l’elemosina.


Non fermarsi mai al primo ostacolo ma perseverare nella ricerca. La ricerca di un lavoro si

concluderà solo al momento in cui si avrà la certezza di un esito positivo!


Infine è buona norma:

– selezionare e rispondere agli annunci che corrispondono al proprio profilo professionale;

– assumere un atteggiamento positivo e intraprendente, senza perdere coraggio, determinazione e

grinta;

– non rinunciare alla ricerca attiva anche se si frequentano corsi o si preparano concorsi.

Categorie

Approfondimenti Notizie Regione Marche In Evidenza Guide Curriculum Vitae How to

Ultime news

Come impostare un curriculum vitae?

Leggi

Come sostenere un colloquio di lavoro

Leggi

Skill Strategiche Azienda

Leggi