Per poter ricoprire una posizione lavorativa è necessario affrontare almeno un colloquio di

lavoro individuale. Affrontalo in maniera efficace e positiva puntando sulla valorizzazione

delle tue esperienze! Chi conduce l'intervista si basa spesso su quanto è scritto nel tuo

curriculum vitae ed in sede di colloquio potrebbe essere molto utile portarlo con te

aggiornato con tutti i dettagli più recenti. Una volta arrivato sul luogo del colloquio, spegni il

cellulare e prenditi qualche minuto per metterti a tuo agio e guardarti intorno. Cerca di

cogliere informazioni sull’ambiente, alcuni dettagli sull’azienda e a carpire lo stile del posto di

lavoro. Ricordati di maturare consapevolezza sul tuo modo di stare seduto e di porti.

Presentarsi al recruiter con una stretta di mano decisa (non troppo forte) garantirà un buon

primo impatto. Quindi è fondamentale respirare regolarmente, rimanere composti, non

agitare troppo le mani mentre si parla, evitare di giocherellare con i capelli, gli accessori o la

cancelleria, e mantenere lo sguardo sul selezionatore o sulle persone che ti trovi di fronte.

Durante il colloquio mantieni sempre una postura adeguata, non accasciata, evitando

braccia conserte e mani nelle tasche. Il colloquio di lavoro è un’opportunità prima di tutto per

farsi conoscere e allora … diamo il massimo!


Ecco la nostra Top Ten:


1. Vestiario: deve essere adeguato all’azienda presso cui effettuate il colloquio. Alcune

regole generali: niente pantaloni super strappati, canottiere, piercing in evidenza, unghie

troppo lunghe o tacchi troppo alti. Un aspetto curato e pulito e che vi faccia sentire il più

possibile a vostro agio è una buona regola generale.

2. Puntualità: per partire col piede giusto arriva lievemente in anticipo (cinque o dieci minuti

prima). Evita di farti accompagnare da amici o parenti.

3. Raccogli informazioni sull’azienda: Presentati preparato sulle attività che svolge: prendi

spunti da più fonti (sito internet aziendale, social network, ecc.), aumenterai le probabilità di

mostrarti informato qualora ti siano poste domande sul conto dell’azienda

4. Parla delle tue esperienze formative: il tuo percorso di studi ma anche tutte quelle

esperienze significative che pensi possano averti fornito un bagaglio culturale interessante

(corso di teatro ad esempio o fare l’allenatore per qualche gruppo sportivo, corso di inglese

svolto in maniera privata ecc.)

5. Parla di stage, lavori ed esperienze passati: le persone che si danno da fare sono

molto apprezzate dai selezionatori! Racconta, tempo permettendo le attività svolte, anche

quelle che possono sembrare superflue e di poco conto possono dire molto su di te

6. Motivazione: esplicita il tuo interesse per l’azienda presso cui stai sostenendo il colloquio

e per le attività aziendali che svolge. L’assenza di motivazione è una delle cause principali

del mancato successo dei colloqui

7. Segnala la tua propensione all’impegno e all’aggiornamento costante: giocherà a tuo

favore evidenziare di volersi migliorare e apprendere cose nuove

8. Flessibilità: Il mondo del lavoro richiede capacità di adattamento a diverse situazioni.

Mostrarsi disponibili a modificare mansioni e orari di lavoro o a fare alcuni straordinari

costituiranno punti a tuo favore

9. Fai domande: quando ne hai occasione cerca di approfondire gli aspetti pratici del lavoro

da svolgere, così da dimostrare praticità e interesse ad analizzare quanto ti è richiesto.

Evita, in questa sede, di fare domande su stipendi, rimborsi spese, ecc.: focalizzati sul

lavoro

10. Congedati al meglio! Il momento iniziale e il momento finale di un incontro sono quelli

che rimango più in memoria: non dimenticarti di ringraziare il selezionatore per il tempo

dedicato con un atteggiamento aperto e sorridente e un’adeguata stretta di mano.

Categorie

Approfondimenti Notizie Regione Marche In Evidenza Guide Curriculum Vitae How to

Ultime news

Come impostare un curriculum vitae?

Leggi

Le mosse giuste per trovare lavoro

Leggi

Skill Strategiche Azienda

Leggi